A cura di Luca Varini
news

Efficienza dei processi digitali

Dicembre 2022

Integrazione e trasformazione digitale, sicurezza dei dati e resilienza

Se il tema della trasformazione digitale costituisce da tempo l’argomento ICT (e non solo) maggiormente inclusivo, coinvolgendo i fornitori di settore e le aziende che necessitano di rimanere competitive sul mercato, altrettanto lo è la tematica dell’integrazione digitale, che passa attraverso l’abbattimento dei noti silos di dati, che per ragioni di cultura aziendale, strutturali o tecnici, hanno caratterizzato la quasi totalità delle organizzazioni. Oggi, infatti, le tecnologie informatiche emergenti presentano ampie funzioni volte a integrare sistemi diversi e fonti di dati eterogenee. Al punto che in taluni casi queste si pongono al centro di una governance aziendale, centralizzando dati, ‘potenziandoli’ con sistemi di intelligenza artificiale e garantendone poi la sicurezza, data la criticità della sua natura e la vasta platea che ne fruisce. Ciò a completo vantaggio di progetti di trasformazione digitale. In questo ambito S3K ha raccolto la sfida caratterizzandosi per approfondite conoscenze di tecnologie, sistemi e processi.

Analizzando le ultime stime elaborate da IDC la spesa globale per la trasformazione digitale del business raggiungerà a fine anno, i 1.800 mld di dollari, con un incremento del 17.6% sul 2021. Ma l’obiettivo di rendere maggiormente efficace il fattore umano e di aumentare l’efficienza del processo digitalizzato, va perseguito tenendo presente la mitigazione dei rischi, come quelli relativi a perdite di dati o interruzioni del servizio. In tema di dematerializzazione, ad esempio, sappiamo bene che di un documento su carta possiamo facilmente rovinare una pagina o perdere un fascicolo, ma ben più improbabile è la distruzione di un intero archivio cartaceo. È facile intuire, invece, che perdere ore di lavoro a causa di un attacco informatico, o non poter recuperare interi archivi digitali a causa di procedure di salvataggio dei dati mal progettate o mal condotte, sia un rischio reale in una procedura digitalizzata end to end. La buona notizia è che questi sono eventi prevenibili, e dai quali ci si deve proteggere. Affinché l’accresciuta efficienza dei processi di business riduca quanto possibile questi rischi, è fondamentale curare nei progetti di trasformazione prima, e nei processi di gestione poi, non solo gli obiettivi di efficienza ma anche quelli collaterali della sicurezza dei dati e resilienza delle procedure.

Alla conoscenza del dominio, si uniscono quindi le competenze sulla sicurezza informatica, e l’esperienza nella progettazione di infrastrutture affidabili. Un sistema ben realizzato deve poi essere altrettanto ben gestito, cosicché ai centri di System Management si affiancano i Security Operation Centers, e le infrastrutture che prevedono ridondanze a prova di disastro. Questo è l’approccio di S3K, che declina la sicurezza digitale in implementazioni tecnologiche, intrinsecamente sicure e resilienti. Un Full Service Partner multidisciplinare, in grado di fornire una guida esperta nella digital & security transformation. Le organizzazioni devono poter concentrarsi solo sul loro core business, mentre il partner risolve i problemi associati alla digitalizzazione e correlati alla difesa delle vulnerabilità e degli attacchi informatici.